Cosa Offriamo

Il Centro Prisma si occupa:

  • dei problemi legati all’educazione aiutando i genitori a trovare risposte adeguate ai propri bisogni e a quelli dei figli
  • dei problemi di relazione di coppia offrendo consulenza e sostegno
  • di problematiche istituzionali legate alla gestione dei conflitti
  • di difficoltà personali del singolo operatore o docente con il contesto istituzionale o nella relazione con il bambino/allievo e/o la sua famiglia
  • di difficoltà personali e relazionali del bambino o dell’adolescente
  • di aiutare il genitore separato a relazionare positivamente con i figli
  • di problematiche legate al mondo dell’adozione

Il Centro Prisma offre concretamente i seguenti servizi:

  • consulenze educative
  • interventi educativi-terapeutici
  • rapporti peritali
  • audizioni di minori
  • accompagnamenti educativi
  • valutazioni dell’esercizio del diritto di visita e/o sostegno alla relazione genitore-figlio
  • supervisioni ad operatori o docenti
  • seminari di formazione
  • corsi di formazione per genitori
  • corsi di formazione per operatori scolastici/educativi/sociali/sanitari

Nel tempo abbiamo svolto molte conferenze. Successivamente – a seguito dell’aumento della richiesta di agendare con maggior frequenza sia i Corsi di formazione per Genitori sia quelli destinati a professionisti – l’attività conferenziale è diminuita.  La lista delle conferenze svolte si può trovare nell’archivio.

Nell’ambito della cura e della ricerca degli abusi sessuali propone:

  • ascolto e sostegno individuale o in gruppo per donne che hanno subito abusi sessuali nella loro infanzia
  • consulenze educative per genitori o genitori affidatari che vivono con bambini che hanno subito abusi sessuali
  • supervisioni ad operatori di differenti ambiti professionali confrontati con situazioni di abuso sessuale
  • rapporti peritali (psicodiagnosi)
  • interventi educativi-terapeutici per minori
  • consulenza a docenti
  • seminari di approfondimento per operatori

Nell’ambito della ricerca s’intende promuovere conferenze, pubblicazione di articoli di approfondimento e recensioni sulla tematica.

La Struttura

Il nostro Centro possiede tutto il necessario per l’accoglienza sia di bambini sia di adolescenti, abbiamo una sala destinata ai bambini con materiale ludico e arredo a misura di bambino per far sì che possano essere a loro agio e una sala incontri per adolescenti e adulti.

Come accrescere l'autostima nel bambino

Autostima, fiducia di base, sicurezza, capacità di essere attore ed autore della propria vita sono condizioni ritenute indispensabili per la realizzazione personale ed il successo nella vita affettiva, professionale e sociale. Ma cos’è l’autostima, come si costruisce, qual’è la relazione tra la storia degli individui e quest’importante dimensione della personalità? Bambini, ragazzi o adulti con bassi livelli di autostima sono sovente persone che manifestano grandi difficoltà relazionali e gene ralmente profondi nuclei di sofferenza interiore. Possiamo aiutarli? e se sì, come? In questa offerta formativa verranno affrontate le basi psicologiche dell’autostima e le indicazioni pedagogiche utili a trovare risposte concrete ai quesiti che la tematica pone.

Come affrontare la gelosia tra bambini

La maturazione affettiva può influenzare le relazioni tra individui.Tra i compiti educativi dei genitori vi è anche la non facile gestione dell'invidia tra i figli, favorendo un efficace "apprendistato" emotivo che li orienti verso la fiducia reciproca, la tolleranza e l’adattabilità.
Tutti i genitori desiderano che i figli abbiano un buon rapporto e vadano d’accordo tra loro. Tale esito tuttavia non è scontato. Le dinamiche che si stabiliscono tra fratelli
e sorelle possono essere di distacco, di disinteresse o di conflittualità cronica.
I genitori possono imparare a gestire il rapporto tra figli, aiutandoli a superare le difficoltà che lo rendono difficile. I rapporti fra fratelli e sorelle all’interno della famiglia sono importanti per la capacità di instaurare dei rapporti paritari e positivi con gli altri. La maturazione affettiva raggiunta nel rapporto fraterno - come le ferite che dovessero permanere irrisolte in questo ambito - possono influenzare tutte le relazioni successive, quali i rapporti fra amici, il rapporto di coppia, le relazioni con colleghi.

I capricci del bambino: un modo di comunicare con noi e col mondo

Gli adulti, compresi i genitori, chiamano spesso “capricci” alcune manifestazioni dei bambini, come i pianti incomprensibili, le ostinazioni, i rifiuti immotivati di magiare, di vestirsi, di salutare, di andare a letto,… Ma il più delle volte, queste, sono solo il frutto di bisogni o di stati interiori che chiedono di essere riconosciuti. Un attacco di capricci è un’esplosione emotiva, straripante, che avviene quando il vostro bambino sente di perdere il controllo. Considerare i capricci solo alla stregua d' immotivata collera e nulla più può farci perdere un’occasione preziosa per aiutare a crescere. Insieme vedremo come prevenire, quando possibile,questi comportamenti, come aiutare il bambino a superarli e come gestire le nostre emozioni quando egli comunica attraverso di essi.